Giovedì 1 Dicembre 2016 ore 15,00 sala civica di Vago

ccf16112016_00000-2img_7422-2

CULTURA
Letture da “Sengio Rosso”
Pietro Piazzola racconta la sua storia
Ins. Tiziana Piazzola

Nel corso del pomeriggio, la figia di Pietro Piazzola, Tiziana, proporrà la storia di suo padre, attraverso la lettura di alcuni brani tratti dal suo libro autobiografico “Séngio Rosso”, pubblicato nel 2009.
Questo libro è uno scrigno di memorie che spaziano dai ricordi della sua infanzia alle vicende della guerra, dal suo lavoro di insegnante alle vicende familiari.
Il volume ci consegna uno spaccato di vita di un recente passato, i cui contorni rischiano di andare velocemente disfacendosi nella memoria collettiva, travolti dal vorticoso flusso dei cambiamenti della società.
Vi leggiamo la vicenda umanissima di un uomo, che giunto alla soglia della vecchiaia si confronta con il suo passato e si congeda dalla vita, tutto attraverso lo sguardo affettuoso di una figlia.

 

Giovedì 24 Novembre 2016 – ore 15,00 – sala civica di Vago

RISPARMI -RENDIMENTI -TUTELA DEL CLIENTE
Cassa Rurale ed Artigiana di Vestenanova
Dott. Valentino Vesentini e Dott. Alessio Negri

schermata-del-2016-11-20-20-37-08Appuntamento con il Dott. Alessio Negri, nuovo responsabile della filiale di Vago e il Dott. Valentino Vesentini, responsabile dell’ufficio finanza della Cassa Rurale ed Artigiana di Vestenanova.
Il tema dell’incontro verterà su due tematiche molto attuali: brexit e grandi mutamenti del sistema bancario europeo.

Giovedì 10 Novembre 2016 – ore 15,00 – sala civica di Vago

CULTURAimg_1093
La poesia e l’arte guardando il cielo
Prof. Agostino Milani

“La poesia mi ha aiutata a capire che nella vita non ci sono soltanto dolore e sofferenza.”
Shibata Toyo – Se sei triste guarda il cielo –

La lezione tratta di poesia con soggetto il cielo ed altri argomenti di poesia partendo dai lirici greci e arrivando ai giorni nostri. Le poesie verranno lette con in sottofondo brani di musica psichedelica. L’analisi di qualche quadro completerà la lezione.

img_5812schermata-del-2016-11-06-163204

Mercoledì 09 Novembre 2016 – passeggiata a Verona –

_mg_7800_dxoPASSEGGIATA POMERIDIANA
Verona, la vita sull’Adige
nel Medioevo (parte prima)
Guida dott.ssa Petra Hanàkovà

La passeggiata lungo Adige ci riporterà nei secoli remoti quando questa “autostrada” medievale pullulava di vita propria. Scopriremo quali merci portavano le varie imbarcazioni e dove erano i scali fluviali, sul quale punto del fiume avveniva la lavorazione della lana e della tintura, vedremo dove si pagavano i vari dazi e dove abitavano i molinari e radaroli, due dei tanti mestieri scomparsi indissolubilmente legati all’Adige, e molto altro ancora.

P.S. Chi è interessato a parteciparvi, l’appuntamento con la guida è sulle regaste San Zeno scalinata Castelvecchio alle ore 14.30. Noi dell’Università Popolare di Lavagno partiamo con il pulman di linea n°121 alle ore 13.30 davanti alla Chiesa di Vago.

091_001muliniadigevr

Giovedì 03 Novembre 2016 ore 15.00 sala civica di Vago

paolo-tommaso-villaMUSICA
La musica popolare veronese
e uso del dialetto
Contrada Lorì (Paolo Marocchio)

 

Qual’è il patrimonio musicale di tradizione orale della nostra provincia? Chi ha ricercato e trascritto i repertori popolari?
Nella lezione verrà presentata una breve carrellata delle fonti e delle ricerche effettuate da studiosi, appassionati e musicisti. Verranno passate in rassegna i balli, gli stili e le canzoni. Una seconda parte della lezione sarà il racconto della nascita del gruppo musicale la Contrada Lorì. La particolarità di questo progetto è quello di fondere il vecchio ed il nuovo operando una manutenzione del repertorio tradizionale e proponendo nuove composizioni cantate in dialetto. Verranno fatte alcune riflessioni riguardo all’utilizzo del dialetto veronese in composizioni musicali.
Durante l’intervento ci saranno ascolti musicali e canzoni eseguite dal vivo.

contradalori2copertina-cd

Giovedì 20 Ottobre 2016 – ore 15 – sala civica di Vago

La vita quotidiana nel 79 d.C. ad Ercolano e Pompeiimg_7022-copia
immaginata attraverso le foto scattate ai siti archeologici
durante la gita culturale effettuata da Università Popolare di Lavagno nella primavera del 2016 in terra Partenopea
Prof.ssa Maria Grazia Belli e Sergio Danzi

 

 

Gli scavi archeologici di Ercolano e Pompei si stanno rivelando una fonte eccezionale di informazioni sulla vita quotidiana degli abitanti di queste città e in generale dei cittadini dell’impero Romano ai suoi albori sotto l’imperatore Tito. E’ possibile quindi ricostruire la giornata tipo del pompeiano o dell’abitante di Ercolano che, detto fra noi, non è molto dissimile da quella dei nostri nonni. Una vita fatta di gesti semplici e spesso ripetitivi, che stride fortemente con il nostro stile di vita attuale, insaziabile di novità e di consumismo ,ma assai povero di valori

img_1683scavi-di-pompei